Biodanza e gli universali del cervello

Come mai la Biodanza si espande in tutto il mondo ed altre tecniche non ci riescono?
Perché noilavoriamo con gli universali del cervello. Questo spiega perché la Biodanza non lavora conmentalità regionalistica né coi valori patologici della nostra cultura. L’astuzia della Biodanza è chelavora con gli aspetti universali del cervello e del corpo e non con la cultura.
Non si lavora né con gli inglesi né con i cinesi, ma si lavora con l’unica razza umana.

Non esiste una danza per i malati, una per i bambini, una per i grandi, ma Biodanza lavora con gli universali del genere umano. Claire Lewis ha mostrato il proprio lavoro con un quadro molto variegato di patologie e ne ha presentato delle riprese video. Erano molto simili. Gli autistici si capivano perfettamente con i malati della sindrome di Down: veramente interessante. Normalmentei quadri clinici delle due patologie sono opposti. Gli autistici non desiderano il contatto, il guardarsi negli occhi, mentre gli affetti da sindrome di Down chiedono tantissimo affetto, hanno molto sviluppata la regione ipotalamica. Eppure gli autistici non si capivano con le persone normali, ma con i portatori di sindrome di Down sì.

Questo prova che la Biodanza lavora senza distinzione di nazionalità, di quadri clinici, ma con gli universali umani,. Descrivendo gli universali vedremo quali potenti strumenti abbiamo per entrarenel futuro dell’umanità. Al di sopra delle religioni, delle nazionalità, dei quadri clinici, Biodanza lavora benissimo.

I principali universali umani con cui Biodanza lavora sono:

1 –Gli istinti.

Tutti gli esseri umani posseggono l’istinto di conservazione. Vogliamo vivere. Tutti desiderano amare ed essere amati. Non importano le sfumature culturali, ma la corrente di vita e lo sviluppo del sistema nervoso è uguale per tutti. Le differenze fra gli uomini sono culturali. Un altro livello di diversità è l’identità, ma gli esseri umani formano una sola razza biologica, affettiva. Siamo tutti uno. I razzisti sono contrari all'umanità. Le diversità ideologiche sono culturali ed oppressive. L'ideologia del comunismo, sostenuta da Stalin è che “il fine giustifica i mezzi”. E’ la formula diMacchiavelli: il potere può giustificare l’uccisione di milioni di persone.

Il nazionalsocialismo di Hitler era una ideologia che non aveva nessun fondamento negli universali mani. Per essa si potevano ammazzare famiglie intere in nome di una razza superiore.

Fate attenzione con le ideologie, le sette, le religioni. Ci sono milioni di persone che vengono uccise in loro nome.

La vita è sacra e viene distrutta per una motivazione ideologica. Ci sono persone cui non piacciono i bianchi, altri i neri, altri i gialli, i rossi. Come hanno potuto essere così stupidi da discriminare per il colore della pelle e i pigmenti che la colorano. Altri discriminano le donne, ma per fortuna il atriarcato ed il machismo stanno diminuendo. Molti uomini squalificano le donne, le picchiano e a volte le uccidono. Richiamo le donne a non accettare mai più squalifiche.

Alcuni professori squalificano i propri allievi. In una scuola un insegnante mi disse: “ma perché tiinteressi di questi animali?”. Immaginate quale relazione si può instaurare fra questi insegnanti e iloro allievi, o con medici che squalificano i pazienti.

Quando mia madre era anziana ed aveva dolori in tutto il corpo nel muoversi, la portai da un medico che le chiese. “ che cosa si sente, signora”, e lei:” mi fa male il corpo”. La sua risposta fu:“cosa si aspetta con l”età che ha?”. Allora lo aggredii, lo insultai e me ne andai senza degnarlo diulteriori parole..

Alcuni anni fa il Basile era influenzato dal razzismo (ora meno). Mi ero recato in un ristorante di lusso con un persona di pelle nera. Un cameriere mi si avvicinò e delicatamente mi avvertì: “signore, qui non serviamo i neri”. Gli ho lanciato una sedia contro la finestra dicendo:”ora chiamate la polizia” . Sono rimasti paralizzati e noi siamo andati a mangiare in un altro ristorante.

In Biodanza nessun spazio per il razzismo!

2 - La musica.

L’universale della musica intesa come ritmo, armonia, melodia tonalità.

Se la musica ha queste caratteristiche, si può parlare di musica organica. Ma le altre musiche: dodecafoniche, a-tonali e che non rientrano nei 4 canoni citati come sono usate spesso dai giovani, sono legittime e ……… permettono un viaggio nell’inferno.

Noi scegliamo le musiche organiche ed in esse quelle che hanno carattere universale. Vi sorprenderete per il fatto ho condotto classi in Africa proponendo danze con il valzer. (è un ritmo in tre quarti che è il ritmo del cuore).

La samba è una musica universale, dovreste vedere i giapponesi ballarla. Ai brasiliani raccomando i preservare la samba da tutte queste contaminazioni rischiose.

Inoltre molti brani del vecchio jazz con antiche caratteristiche africane come il soul e il dixieland sono universali.

Occorre addestrare l’orecchio. Alcuni musicisti molto raffinati non amano la musica popolare, ma alcune di esse sono veramente bellissime.

3 - Il corpo

Tutti abbiamo due bracci, 2 gambe, un naso…In Biodanza usiamo il corpo. Io non disprezzo le terapie analitiche e verbali perché spesso abbiamo bisogno di parlare, ma sono limitate se non coinvolgono il corpo. I movimenti che usiamo in Biodanza sono integrati e sono usati su tutto il pianeta.

Nella antropologia della danza possiamo scorgere una linea che attraversa tutte le culture fino alla nostra che presenta questi movimenti integrati.

4 – La vivencia

La vivencia, non la ragione cognitiva, è al centro della Biodanza. Tutti gli esseri umani sono sensibili alle varie vivencia in modo molto simile: vitalità, amore, creatività, sessualità ed anche trascendenza. Non usiamo il ragionamento e le relazioni causa-effetto nei conflitti. Le cause possiamo anche conoscerle razionalmente, ma esse restano. Alcune terapie si fondano sull’ipotesiche rendendo coscienti i conflitti, essi si risolvano. Penso sia falso. Ci sono persone isteriche in terapia da anni e restano nell’isteria più a lungo ….. del loro terapista. Le persone hanno bisogno del contatto, delle carezze e Biodanza le usa come un altro universale, il 5° appunto.

5 – Il contatto e la carezza

Si dice che la carezza affettiva influenza la sessualità. Si, è vero! E’ che la sessualità rimane un tabù in una civiltà malata e spiritualista. La cosa più spirituale che esista è il sesso. Il desiderio sessuale è innocente, puro, una preghiera a Dio. La cosa più bella è stare insieme facendo l’amore. Questi universali di cui parliamo sono sordi alla cultura, alle ideologie.

6 - L’amore

Potremmo dire ancora tanto, ma la cosa più importante è che Biodanza lavora con la parte universale dell’essere umano. Per questo quando la Biodanza entra in un nuovo Paese, la gente arriva perché tutti desiderano vivere la vita.

Se studiamo approfonditamente le scienze umane, arriviamo sempre agli universali umani, non a cose legate al successo o che seguono i mutamenti del progresso.

Ma l’universale più grande è l’amore 

 

Intervento finale di Rolando Toro al VIII Congresso Mondiale di Biodanza  Italia Giugno 2008
 trascritto da Mario Rebecchi 

 

 

autore: 
Rolando Toro Araneda
TAG CLOUD: 
istinti
musicaa
corpo
vivencia
amore
contatto
carezze
 

Privacy and cookies

Contattaci

Ass. Biodanza Italia

Viale Omero, 18
20139 Milano
C.F. 97292290158
2018 - All Rights Reserved

E-mail segreteria@biodanza.it

Education - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.